Zagabria: Donji Grad e la città antica

zagabria

Le città della Croazia offrono numerosi motivi d’interesse ai visitatori stranieri. Il pensiero corre subito alle vantaggiose condizioni economiche che si possono trovare nei paesi dell’est: solo per fare pochi esempi, è possibile alloggiare in hotel di lusso a prezzi più che abbordabili, ed i dentisti in Croazia, operano a tariffe che possono essere inferiori anche del 30% rispetto agli odontoiatri degli altri paesi europei. Tuttavia, fare caso solo al lato economico sarebbe riduttivo; le città croate hanno molto da offrire dal punto di vista storico e turistico. Zagabria, su tutte offre numerose attrazioni.

Donji Grad è il quartiere situato nel centro della capitale: è molto frequentato da uomini d’affari e turisti, che ne apprezzano la ricchezza di istituzioni culturali, musei, teatri e gallerie d’arte. I luoghi più interessanti sono:
• Il Museo Mimara, dove è possibile ammirare oltre 3500 opere, fra le quali spiccano lavori di Raffaello, Velasquez, Rubens, Rembrandt e Goya.

• Il Museo d’Arte Moderna è stato costruito nel rispetto della tradizione modernista di Zagabria da Igor Franic, che ha progettato un edificio che si estende in direzione nord-sud della città. La particolare partizione geometrica dei tre piani, con una struttura a meandro, è estremamente riconoscibile.

Di grande interesse anche il Museo Archeologico, il Museo delle Arti e Mestieri e il Teatro Nazionale Croato. Vicino alla stazione c’è anche l’Orto Botanico, che con i suoi oltre 50.000 metri quadrati fa parte dei parchi che compongono il ferro di cavallo verde di Donji Grad.
La parte antica offre suggestioni completamente differenti: oltre 1000 anni di storia rendono la zona edificata sul Monte Kaptol un luogo di grande fascino. La Fortezza Medvedgrad risale al 1200, ed il nome il viene dalla montagna Medvednic: passeggiare intorno all’imponente struttura significa immergersi nei racconti folkloristici croati, secondo i quali la fortezza era abitata dalla terribile Regina Nera, maga potente quanto malvagia. Fra gli altri monumenti d’interesse, il Parlamento realizzato in stile neoclassico ed il barocco palazzo Banski Dvori. Molto conosciuta è la chiesa di San Marco, estremamente riconoscibile per l’eccentrica colorazione in rosso, bianco e blu, ed il tetto che spicca per gli stemmi di Zagabria e del Regno di Croazia, Dalmazia e Slavonia. La struttura della chiesa è del 1200, ma le decorazioni sono state aggiunte successivamente, nel diciannovesimo secolo.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress