Visita turistica di Castrocaro

castrocaro

Castrocaro è per la sua centralità e meravigliosa condizione ambientale è denominata “cuore verde della Romagna”.
Ricca di storia è Castrocaro terme. Di origine etrusca , al tempo di Roma aveva il nome di Salsubium , ed era già assai rinomata; nel Medioevo fu sotto il dominio della Chiesa e di diverse famiglie nobili locali e in seguito della Signoria dei Medici e del granducato di Toscana. Nella seconda metà del secolo scorso ha inizio l’era pioneristica dell’autentico termalismo, promosso dalla “salutare” inventiva di alcuni privati.

Il passaggio dello stabilimento termale al demanio dello Stato, avvenuto nel 1936, segna il potenziamento degli impianti, che sono all’interno di un vastissimo parco.

Del suo passato storico, Castrocaro conserva significativi ricordi: oltre che la Fortezza, sono mirabili il romanico Battistero, la Torre campanaria (assurta a simbolo della località e chiamata affettuosamente “il Campanone”) e la chiesa parrocchiale dei santi Nicolò e Francesco, che custodisce affreschi del Cignani e del Longhi.

Nella parte avallata, alla quale fanno dolcemente ghirlanda verdi colline, vi aspetta la zona termale vera e propria, dotata di attrezzature ricettive e turistiche per offrirvi un periodo di sana vacanza, di cura e di riposo.

TERRA DEL SOLE

La cittadella medicea di Terra del Sole fu così denominata perchè, secondo uno storico, all’atto della fondazione l’8 dicembre 1564, la giornata fu illuminata improvvisamente da un raggio che squarciò le nubi. Sorta per volontà di Cosimo dei Medici, che ne volle fare il capoluogo amministrativo, militare e giudiziario di tutta la Romagna-toscana. La costruzione si presenta come una vera città-fortezza: un rettangolo bastionato che comprende una serie di fabbricati per uso civile e militare.

La cittadella, infatti è il risultato di quella sapiente cultura umanistica che mise l’uomo al centro dell’universo, ed essa stessa rappresenta il tentativo di edificare in Terra del Sole la “città ideale”.

All’interno del perimetro delle mura vi sono notevoli monumenti ben conservati: il Castello del Governatore, che ospita “l’Archivio Storico” che contiene oltre 1500 filze ( ossia, fasci di documenti unitari) che costituiscono una originale e rara sezione dedicata alla criminalità negli antichi Stati toscani; Il Palazzo dei Commissari, nel quale ha sede il “Museo dell’uomo e dell’ambiente”; La Chiesa di Santa Reparata con l’adiacente campanile a cupola che è impreziosita da numerosi dipinti dei secoli XVI, XVII, XVIII.

Quale riconoscimento ulteriore della sua importanza monumentale ed urbanistica, Terra del Sole fu dichiarata “centro di notevole interesse pubblico” da un decreto governativo del 1965.

INFORMAZIONI GENERALI

COME SI ARRIVA
Autostrada

Casello di Forlì dell’Autostrada Adriatica A 14 (Bologna – Rimini – Ancona – Bari); poi SS 67 tosco-romagnola fino a Castrocaro Terme.

Strade statali
SS. 67 tosco-romagnola (Livorno – Firenze – Pontassieve – Castrocaro Terme – Forlì – Ravenna).
SS. 9 (Via Emilia: Milano – Bologna – Forlì – Rimini).
SS. 3 bis 71-309 (Internazionale E/45: Roma – Perugia – Sansepolcro – Cesena – Forlì – Ravenna – Venezia).
SS. 3 (Via Flaminia: Roma – Spoleto – Gola del Furlo – Fano – Rimini – Forlì).

Ferrovia
Stazione di Forlì sulla linea Bologna – Rimini – Ancona – Bari – Lecce. Il collegamento con Castrocaro Terme, per l’andata e il ritorno, è garantita da un servizio di corriere ATR, con frequenza ogni 40 minuti, e ogni 20 minuti nelle ore di punta.

Aereo
Distante appena 14Km dall’aeroporto di Forlì, scalo con i low cost voli tra i più convenienti in Italia, Castrocaro gode di numerose rotte nazionali basate sui voli Windjet.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress