Visita al Museo Egizio di Torino

museo-egizio-torino

Museo delle Antichità Egizie di Torino, conosciuto semplicemente come Museo Egizio, è il più importante al mondo dopo quello del Cairo, la capitale egiziana. Nato ad inizio del XIX secolo, la collezione si formò grazie alle collezioni di Casa Savoia ed all’acquisto di re Carlo Felice della collezione di Bernardino Drovetti.

Questi, piemontese di origine, era console generale di Francia durante l’occupazione in Egitto, e collezionò in questo periodo oltre 8000 pezzi, tra statue, sarcofaghi, mummie, papiri ed oggetti di varia natura. Da fine ‘800 il museo egizio continuò a crescere costantemente fino a custodire, ad oggi, circa 30mila pezzi! Si tratta di una delle più straordinarie collezioni museali al mondo oltre, naturalmente, ad un’attrazioni di importanza capitale per la città di Torino. Durante una vacanza nel capoluogo piemontese è quindi d’obbligo una visita alla collezione. Per dormire a due passi dal Museo Egizio si può approfittare delle offerte dei b&b di Torino.

Collezione
L’elenco delle opere presenti all’interno del Museo Egizio torinese è sterminato. Ci limiteremo a sottolineare quelle di maggiore valore dal punto di vista storico ed artistico. Se si volesse fare un “ordine di importanza” nelle prime posizioni si troverebbero la Tomba di Kha e Merit che risale al periodo della XVIII dinastia, il gruppo scultoreo di faraone con il dio Amon, un ritratto postumo del re Amenofi I, le statue delle dee Iside e Sekhmet e quella di Ramesse II.

Merita attenzione il cosiddetto Papiro di Torino – il Canone Reale – che costituisce una fonte di straordinario valore sulla sequenza dei sovrani egizi. Da non perdere i rilievi di Djoser (faraone inserito nella III dinastia egizia), il tempio rupestre di Ellesija, il Papiro delle miniere d’oro che rappresenta la mappa del sito minerario di Berenice Pancrisia, ed il libro dei Morti di Iuefankh un papiro tolemaico che risale al IV secolo a.C.

Percorso
Il Museo Egizio si articola in tre aree principali. Il Piano Ipogeo che conserva l’arte ed i saperi degli antichi egizi; il Piano Terra in cui si trova un’ampia collezione dei corredi funerari che risalgono a diversi secoli della dominazione egizia e, sempre al Piano Terra, si trovano lo Statuario e il Tempio di Ellesija, cioè un’importante collezione di statue alcune delle quali riconosciute come le più importanti del mondo antico giunte fino a noi.

Informazioni
Il Museo è aperto da martedì a domenica dalle 8:30 alle 19:30 (ultimo ingresso alle 18:30). Il costo del biglietto è di €7,50 (€3,50 ridotto). Sono disponibili audioguide multilingue. Il Museo si trova in Via Accademia delle Scienze, 6. Il modo più semplice per raggiungerlo è la fermata “Porta Nuova” della metropolitana cittadina. In alternativa ci sono numerosi autobus ed il tram 13 che da diversi punti del capoluogo piemontese portano al museo. Per scoprire le altre bellezze della città vi invitiamo a leggere questa nostra guida turistica di Torino.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress