Vacanze in Spagna – Semana Santa in Andalusia

settimana-santa-andalucia

Si avvicinano le vacanze di Pasqua, e cresce la voglia di scappare per qualche giorno verso il sole, il mare e la spiaggia; oppure verso città piene di vita e divertimenti, per godere al massimo della primavera, della vita all’aria aperta e dei pochi giorni liberi.

Un’opzione interessante è senz’altro una vacanza in Spagna; a solo un paio d’ore di aereo di distanza (tutte le principali compagnie low cost offrono ormai voli quotidiani dalle principali città italiane) si può trovare tutto il necessario per una vacanza su misura: dalle temperature già estive del sud e delle isole, ai festival o le terrazze dei locali notturni di Madrid o Barcellona.
In Andalusia abbondano poi le opportunità per una vacanza piena di sole ed attività interessanti.

 

La stagione estiva è praticamente già iniziata, le spiagge sono già pronte ad accogliere i turisti con le migliori temperature d’Europa, ed in più tutto è pronto ormai per i festeggiamenti di una delle ricorrenze più sentite da queste parti: la Semana Santa.
Durante tutto l’anno, i membri delle confraternite si preparano per questa settimana, con l’allestimento dei troni per le processioni (con statue dorate che rappresentano scene e personaggi della Passione); la preparazione della musica e dei costumi.
La celebrazione più famosa d’Andalusia è probabilmente quella di Siviglia. Lo spettacolo è quello comune a tutte le principali città andaluse, con processioni continue durante la settimana nelle quali i fedeli (costaleros) che percorrono l’intera processione caricando il trono (che può arrivare pesare 3000 kg) in segno di penitenza. Ogni singola processione può richiedere fino a undici ore di corteo e ogni costalero porta un peso di circa 40 chili sulle sue spalle per tutto il percorso. L’immagine della Semana Santa è indissolubilmente legata alla figura del Nazareno, che partecipa con la tradizionale tunica e l’inquietante cappuccio a punta; ma attirano l’attenzione anche le donne che partecipano vestite col tradizionale abito nero con mantellina e peineta ad acconciare i capelli.
Il clou della settimana è la processione del Venerdì Santo, in cui i carri lasciano le chiese a mezzanotte e sfilano per tutta la notte fino a raggiungere la loro destinazione finale, la cattedrale.
La Settimana Santa è senz’altro una celebrazione da non perdere se si vuole sapere di più riguardo la cultura e le tradizioni spagnole. Profondamente radicata non solo nei fedeli ma anche nella cultura del Paese, rappresenta sicuramente un’esperienza spettacolare: lo sfarzo dei carri, la musica, il denso simbolismo religioso, uniti allo spirito ed alla passione dei partecipanti, realmente palpabile per le strade, sono un vero invito a vivere la grande atmosfera di questa celebrazione durante una settimana piena di tradizione e cultura.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress