Lione: La Basilica di San Martino

basilica-san-martino-lione

Lione è una città da sempre premiata per la sua costante crescita urbana, che, con oltre duemila anni di storia, è il fiore all’occhiello di tutta la Francia. Sin dal 1998, Lione è sito dell’Unesco, il che la dice lunga sul suo ricco patrimonio culturale.
Il fatto, poi, che al suo aeroporto internazionale di Saint Exupery, atterrino molti voli a basso costo, è un’ulteriore spiegazione del perché tanti turisti arrivano in città.

Un luogo da vedere a Lione è la Basilica di San Martino, la cui storia comincia nel lontano 859, quando fu realizzato un convento benedettino sulla penisola di Lione che, più tardi, venne passato al rango di abbazia.

L’abbazia in questione fu consacrata il 29 gennaio del 1107 e fu dedicata a San Martino di Tours.

La struttura dell’edificio fu basata su muri massicci, corredati di torri di avvistamento, di finestre strette e di portoni molto pesanti: misure che, a quel tempo, avevano lo scopo di proteggere chi in quel luogo ci abitava.

Dopo diverse vicissitudine dovute alle guerre di religione francesi e alla confisca avvenuta con la Rivoluzione Francese, l’abbazia tornò ad essere utilizzata come luogo di culto nel 1905.

A pian terreno, si possono ammirare i tre portali: uno centrale, più ampio, e due laterali, di dimensioni più esigue.

A prima vista, colpisce la croce di mattoni che si trova tra il secondo e il terzo piano dell’edificio, che è decorata con disegni geometrici rossi, ogni tanto intervallati da rappresentazioni di animali simbolici.

L’abbazia possiede due campanili: uno in stile romanico, più basso, che si trova tra la navata e il transetto, e l’altro, più alto e dotato di campane.

L’interno della chiesa è caratterizzato dalla copertura a botte e dalla commistione di svariati stili: da quello preromanico della cappella di Santa Blandine, al romanico dell’edificio principale, al gotico della cappella di Saint Michelle al neoromanico della ristrutturazione avvenuta nel XIX secolo. Per arrivare a Lione, le offerte migliori sono sempre quelle dei Wind Jet voli.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress