Lecce e i suoi capolavori del Barocco

piazza-duomo-lecce

Denominata anche “la capitale del Barocco in Italia”, Lecce è senza dubbio una delle città più affascinanti del nostro Paese, un luogo capace di mettere a disposizione dei propri visitatori un’offerta turistica completa fatta di arte, cultura, mare e natura. Basterà soggiornare presso una delle strutture ricettive del centro storico – vi sono b&b, hotel, appartamenti e case vacanze – per trovarsi nel cuore artistico di Lecce: qui infatti si trovano la meravigliosa Piazza del Duomo, la splendida Colonna di Sant’Oronzo e l’imponente Basilica di Santa Croce ed il Palazzo dei Celestini che lascia a bocca aperta.

Tutte espressioni del cosiddetto “Barocco Leccese”, uno stile che si impose a dire il vero in tutta la provincia, il Salento, tra la fine del XVI secolo e la prima metà del XVIII secolo. Dapprima relegato soltanto agli edifici pubblici e religiosi, gli stilemi del Barocco Leccese – con i suoi stemmi, figure, animali, ghirigori e con la sua esuberanza – finì per diffondersi anche presso i ricchi privati salentini e pugliesi che inizierano a commissionare nello stesso stile anche i propri palazzi ed il centro della città si trasformò in un luogo dell’arte.

Ma, come detto, la bellezza di Lecce non si ferma soltanto all’aspetto artistico. Basta spostarsi di qualche km in direzione del mare, per trovare incantevoli spiagge, acque limpide dove tuffarsi e riserve protette – come quella di Le Cesine – dove la natura prende il sopravvento sull’uomo. Qualche km più a sud, almeno fino alla città di Otranto, continua questo alternarsi di splendide spiagge – vedi Torre dell’Orso – rocce a picco sul mare come quelle di Sant’Andrea e oasi naturalistiche vedi quella dei Laghi Alimini. Un mix affascinanti che costituisce uno dei tanti motivi del successo turistico del meraviglioso territorio del Salento.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress