Le migliori mete per il Capodanno

fuochi-di-capodanno

Manca circa un mese alla festa più attesa, soprattutto dai ragazzi, il Capodanno. Già in tanti stanno pensando a cosa fare per dare degnamente il benvenuto al nuovo anno e fioccano i preparativi nelle città italiane ed europee. Certo, sarà un Capodanno ridimensionato dal punto di vista economico ma molti non rinunceranno ad una breve vacanza sia nel nostro Paese che all’estero.

In entrambi i casi il must è la festa in piazza: da Milano a Roma, da Napoli a Palermo ci si sta preparando all’organizzazione di eventi e concerti che terranno compagnia alla gente in strada fino allo scoccare della mezzanotte quando il cielo si illuminerà di fuochi d’artificio.

Il Colosseo, Piazza Plebiscito, Piazza Castello, Piazzale Fellini a Rimini saranno soltanto alcuni dei teatri dove andranno in scena concerti di musica dal vivo, spettacoli di cabaret e teatro: il modo migliore per trascorrere in allegria le ultime ore dell’anno. Vale lo stesso per chi decide di recarsi all’estero. Tra le mete più gettonate vi sono le grandi capitali del Vecchio Continente: Madrid, Londra, Berlino, Parigi, Praga. Ognuna con il proprio fascino, offrono a cittadini e turisti tantissime opportunità di divertimento.

Nella capitale della Germania l’appuntamento è sotto la porta di Brandeburgo dove si riunisce più di 1 milione di persone che ballano, cantano e bevono fino all’alba. A Londra, Praga Parigi non si può non assistere al meraviglioso spettacolo pirotecnico che si può ammirare dagli Champs Elysees, dal Ponte Carlo o dall’House of Parliament. Ma per un Capodanno romantico vi sono i battelli sulla Senna, sul Tamigi e sulla Moldova che attendono i turisti: cena e fuochi d’artificio da una prospettiva unica.

Infine la Spagna: Barcellona e Madrid sono i fulcri del divertimento durante la festa di Capodanno nel Paese iberico. Plaza Mayor nella capitale e Plaza Catalunya a Barcellona monopolizzano l’attenzione della grande folla che si riversa in strada per il Capodanno. Se vi troverete anche voi, non dimenticate 12 chicchi d’uva: ne va mangiato uno ogni secondo che precede la mezzanotte. Anche questa è la tradizione.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress