La prima vacanza in Irlanda

veduta-di-dublino

Se è la prima volta di una vacanza in Irlanda difficilmente la scorderete viste le tante possibilità di visita.

Dublino, il Ring of Kerry, Galway e il Connemara: queste quattro tappe sono imprescindibili per chi va in vacanza in Irlanda per la prima volta. Ed è proprio dalla capitale che parte l’itinerario tipo di circa una settimana: dalle rive del Liffey alla scoperta di castelli, abbazie e chiese, senza dimenticare la natura dell’interno e le affascinanti atmosfere costiere.

Powerscourt, prima tappa dopo Dublino, è celebre per i giardini all’italiana. Da qui ci si può dirigere a Glendalough, famoso per i resti di un monastero del VI secolo, e dopo avere attraversato la contea di Wicklow, il giardino di Irlanda, raggiungere la costa e la contea di Cork da cui, tra porticcioli e insenature, si accede a una riserva naturale e zoologica. Pernottamento a Cork o dintorni.

Il Ring of Kerry, 121 chilometri di strada panoramica lungo la costa tra Iveragh e Dingle, è un’area di grande interesse storico, linguistico e culturale. Tutta la penisola è disseminata di resti archeologici e molte sono le possibilità di visita. Galway si raggiunge attraversando le contee di Limerick e Clare. Il più importante centro culturale della costa occidentale è una vivace cittadina animata da varie iniziative, soprattutto in estate; qui si trovano numerosi pub dove ascoltare musica locale.

Da non perdere la visita dell’Arco Spagnolo e della Chiesa di St.Nicholas. Nel Connemara sono numerose le località che meritano una visita: tra le altre, il villaggio di Oughterard con vista sul Lough Corrib, Clifden capoluogo della regione, Leenane nella Baia di Killary e Kylemore con la pregevole abbazia.

Non solo B&B
A Dublino La città offre alberghi di tutte le categorie a prezzi assimilabili a quelli di ogni capitale europea. Le guesthouse, strutture familiari di piccole dimensioni, possono essere una buona alternativa agli alberghi: si respira un’atmosfera più autentica, i proprietari generalmente si prendono cura dei clienti come fossero propri ospiti e spesso sia l’arredamento che l’architettura sono particolarmente piacevoli. Il difetto di questo tipo di ospitalità è logistico: le guesthouse sono generalmente situate nelle zone residenziali e quindi le meno centrali della città.

In viaggio L’associazione Farmhouses and Town & Country Homes raccoglie più di 1200 fattorie, case di campagna e case private sparse in tutto il territorio. È possibile prenotare tutte le tappe del viaggio o, con la formula Go-as-you-please, prenotare di giorno in giorno telefonando alle singole strutture menzionate sugli elenchi. Si tratta di sistemazioni semplici, che prevedono camere con servizi in comune e un comfort più che accettabile a costi contenuti.

Coast and Country/Manor Houses/Village Inns offre la possibilità di alloggiare in piccoli alberghi nelle cittadine minori o in posizioni panoramiche. Si tratta di dimore padronali circondate dal verde e di grande charme.

Durante un viaggio in Irlanda, almeno uno o due giorni dovrebbero essere passati in un castello o in una antica residenza nobiliare. Ce ne sono numerosi, sparsi per tutto il Paese.

Meteo
Inutile illudersi. L’Irlanda è un Paese piovoso. In ogni stagione c’è il rischio di incontrare la settimana di bassa pressione. Più spesso però il tempo è variabile, con acquazzoni seguiti da sprazzi di sole.

Il periodo migliore per programmare un viaggio va da fine maggio ad Agosto, quando le giornate sono lunghissime. L’estate è anche l’occasione per assistere a numerosi festival musicali, previsti in ogni contea. Piacevole, nonostante i capricci della meteorologia, anche il mese di settembre e l’inizio di ottobre, quando la campagna si accende dei colori autunnali.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress