Isole di Capo Verde

spiaggia-capo-verde

Al centro dell’Oceano Atlantico, tra due continenti, si trova l’arcipelago delle isole di Capo Verde.
Si tratta di un gruppo di 10 isole e 8 isolotti, distanti circa 500 chilometri dal promontorio africano. L’arcipelago è diviso in due parti: Leeward, che comprende le isole di Santo Antao, S. Vicente, Santa Luzia, S. Nicolau, Sal e Boavista e Winward che include Santiago, Maio, Fogo e Brava.

Con un’area totale di 4.033 chilometri quadrati, è uno dei 5 arcipelaghi atlantici. Qui, da Novembre a Luglio, predominano i venti provenienti da Nordest: il clima è quindi molto più mite rispetto ad altri luoghi alla stessa latitudine nel continente vicino.
Il periodo delle piogge avviene durante i mesi di agosto, settembre, ottobre. Si tratta di un arcipelago di origine vulcanica costituito prevalentemente da due tipi di isole: pianeggianti e circondate da spiagge oppure montuose e rocciose. La vegetazione naturale è stata quasi completamente distrutta dalla coltivazione. Esistono tuttavia ancora un gran numero di specie rare, come il “Gragoeiro”, per esempio, che un tempo era simbolo dell’isola di Sao Nicolau.
Sulle isole sono presenti circa 75 specie differenti di uccelli; non ci sono animali selvatici o pericolosi o insetti che trasmettono malattie tropicali.
La fauna marina, invece, è molto ricca: questo per la temperatura dell’acqua sempre tiepida e intorno ai 21-25°. Si possono trovare murene, pescisega e molti altri. Tra le specie migratorie ci sono il tonno, i delfini, le balene. Ricchissimo anche il patrimonio di conchiglie; moltissime anche le tartarughe marine, che spesso depositano le loro uova nelle spiagge deserte. All’interno di questo miscuglio di differenti razze e culture, è nata una nuova razza con una mentalità e un linguaggio nuovi: i creoli. Dal momento che il paese è piuttosto povero, in termini di risorse, molti nativi del luogo hanno deciso di emigrare altrove.
Il paese ha guadagnato l’indipendenza nel 1975, mentre le prime elezioni si sono tenute nel febbraio 1991.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress