Il Tempio dell’Alba di Bangkok

bangkok-tempio-dell-alba

La Thailandia sta conquistando da diversi anni importanti preferenze nei cuori dei turisti di tutto il mondo, viste le bellezze immortali che caratterizzano questa terra e l’incredibile naturalezza di cui è possibile godere. Questa terra ormai presenta diversi voli economici e anche grazie a questo è aumentata la ricerca di voli Thailandia di Skyscanner.

Uno dei templi più famosi di Bangkok è il Wat Arun o Tempio dell’Alba e rappresenta il simbolo della città, al punto che la vista da Chao Phraya si trova nella moneta da dieci baht e nel simbolo dell’Ufficio del turismo thailandese. Il monumento rappresenta la simbologia indù-buddhista e prende il nome da Arun il dio indiano dell’aurora. Il tempio esisteva già quando Ayuthaya era capitale del Siam ed è stato qui che fu ospitato il Buddha di Smeraldo, prima di essere trasferito nel Wat Phra Kaeo.

Il Tempio dell’Alba si trova sulla riva occidentale del Chao Phraya, proprio di fronte al Palazzo Reale e ci si può arrivare con uno dei numerosi traghetti che solcano il fiume Chao Phraya, il costo per entrare è di 50 baht (1,2€). Sul tempio “vigilano” alcune statue in stile cinese e demoni, mentre all’interno l’edificio è decorato da pittore murali risalenti all’epoca di Rama V e da un’immagine di Buddha che pare sia stata disegnata da Re Rama II. La galleria presenta innumerevoli statue di Buddha nell’atto di sottomettere Mara.

L’edificio è completamente decorato con tantissimi cocci cinesi e con piastrelle in ceramica smaltata, porcellana e conchiglie. Al tramonto i riflessi del sole su di questi, regalano un grandissimo spettacolo fatto di luci e colori da non perdere assolutamente. Molti turisti vengono qui per salire la ripida scalinata che porta in cima al Prang centrale, coperto di tegole cinesi. Attenzione perché la scala è molto ripida e se fa venire il fiatone all’andata è decisamente ardua da scendere. Da evitare insomma per chi soffre di vertigini. Se poi piove gli scalini diventano particolarmente scivolosi. Dalla cima di quest’edificio è possibile godere di uno splendido panorama del fiume, del Palazzo Reale e delle numerose barche, traghetti e chiatte che vi navigano.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress