I Castelli dell’Alto Trentino

castel_thun

Se è vero da una parte che le principali attrazioni turistiche del Trentino sono rappresentate dalla neve durante le stagione invernale e dalla natura nei mesi estivi, dall’latra è altrettanto vero che uno dei tratti distintivi del paesaggio della ragione è costituito dalla presenza dei Castelli, imponenti strutture architettoniche che spesso svettano sopra gli incantevoli borghi di montagna e si ergono a testimonianza del potere di antiche famiglie. La parte sud del Trentino ne presenta un numero maggiore ma anche nella zona settentrionale ve ne sono alcuni particolarmente affascinanti che costituiscono anche un’attrazione turistica. E’ infatti la riconversione uno degli obiettivi da raggiungere: far sì che come nella Loira e, solo in parte, come in altre regioni italiane vedi Valle d’Aosta, i Castelli possano essere l’ennesimo motivo per cui valga la pena soggiornare presso un hotel Trentino e trascorrervi una vacanza.
Sono due i principali Castelli dell’alto Trentino: quello di Ossana e quello di Thun. Quest’ultimo è certamente il più famoso: elegante ed al tempo stesso austero, la dimora appartiene sin dalla metà del XIII secolo ai Thun, una famiglia che rapidamente conquistò gran parte delle valli attraversate dal fiume Noce ed allargò i suoi domini anche in altri Paesi europei. Il castello trentino sorge sopra il paese di Vigo di Ton, nella Val di Non: tra le mura, le torri ed il fossato, spicca la Porta Spagnola in stile moresco, ingresso al primo cortile mentre, all’interno, l’ambiente più famoso ed affascinante è la seicentesca Stanza del Vescovo. Dal 1992 il Castello è proprietà della Provincia Autonoma di Trento che ha provveduto a restaurarlo ed aprirlo al pubblico che ne può così apprezzare la bellezza.

Risale invece al VI secolo il Castello di Ossana, nel territorio dell’omonimo comune situato in Val di Sole. La struttura è nota anche come Castello di San Michele dal nome di una cappella dedicata al Santo che si trova al suo interno. Costruito dai Longobardi, il castello si trova in una perfetta posizione geografica tale da essere difficilmente espugnabile. Passò di proprietà di diverse famiglie nobiliari e personaggi importanti, anche religiosi, fino all’acquisizione, come il Castello di Thun, da parte della provincia che lo ha reso visitabile dal 1996. La caratteristica principale è rappresentata dal mastio alto quasi 25 metri che fu costruito su base rettangolare.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress