Dresda, la Firenze sull’Elba

Veduta di Dresda

Distrutta quasi completamente alla fine della Seconda Guerra Mondiale, Dresda è stata ricostruita in modo ammirevole, ridiventando una delle più belle città della Germania e uno straordinario cenacolo d’arte, musica e cultura.
Arricchita di splendidi palazzi, di teatri e di chiese, di monumenti e musei da Federico Augusto II, detto il Forte, e suo figlio Augusto III, Dresda, non a caso definita “la Firenze sull’Elba”, divenne nel Settecento una città di rara armonia, immortalata fino ai minimi dettagli dal vedutista veneziano Bernardo Bellotto.

Ma venne la guerra, e nella notte fra il 13 e il 14 febbraio del 1945 oltre mille bombardieri della RAF sganciarono su Dresda 650.000 bombe che distrussero la città al 75 per cento e fecero 135.000 vittime. Fu un’azione dimostrativa che privò la Germania del suo fiore all’occhiello. Nel dopoguerra, i governi della Germania Est avviarono una meticolosa opera di ricostruzione che è destinata a concludersi nel 2006, quando la città festeggerà il suo ottocentesimo compleanno.
Già oggi, tuttavia, il visitatore può assaporare la particolare atmosfera della capitale sassone, fatta di un sapiente equilibrio tra le sue maestose architetture, la presenza viva del fiume che la attraversa e l’altissima densità di parchi e di verde pubblico, pari a un quarto dell’area urbana. Accuratamente ricostruiti, i maggiori punti di attrazione sono nuovamente quelli di un tempo.
Lo Zwinger, fastoso palazzo di corte in stile tardo-barocco eretto per volere di Augusto il Forte e dotato di un complesso museale che ospita capolavori di Rubens, Raffaello e Tiziano e una preziosa collezione di ventimila porcellane.
La Semperoper, considerato da molti il più bel teatro d’opera del mondo e oggi sede di memorabili eventi e di una prestigiosa orchestra sinfonica.
Il Castello di stile rinascimentale e l’imponente Katholische Hofkathedrale, costruita tra il 1733 e il 1755 dai sovrani sassoni convertitisi al cattolicesimo per poter accedere al trono di Polonia.

Per raggiungere la città la soluzione ideale sono i voli aerei verso l’aeroporto di Dresda distante solo 9 chilometri dalla città. Fra le compagnie che eseguono la rotta dall’Italia troviamo Air Berlin, Lufthansa, ed Alitalia spesso con offerte proprie o a seconda della stagione in code share. Maggiori info sul sito ufficiale.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress