Copenhagen fra la sirenetta e l’incanto

Veduta di Copenhagen

C’è molto di più della famosa Sirenetta, a Copenhagen. La capitale della Danimarca è una città cordiale ed affascinante, ricca di piccoli segreti e di angoli nascosti e caratteristici da scoprire.
Se scendete all’aeroporto internazionale, lindo e pulito come uno specchio, in meno di mezz’ora potete raggiungere il centro cittadino. Pace, relax, campanelli delle biciclette, i rumori del porto, i piccoli locali caratteristici.

Scoprirete presto che i danesi amano la musica, la birra Tuborg, le feste, ma soprattutto il sole. Così i piccoli e pitttoreschi ristorantini ricavati negli scantinati, d’estate si trasferiscono sopra il piano stradale. E tra i tavoli passano cameriere che portano in equilibrio come vere giocoliere piatti stracolmi delle tipiche fette di pane spalmate di burro e farcite a piacere: gli smørrebrød.
Per raggiungere la città il punto di riferimento è l’aeroporto di Copenhagen che purtroppo ha pochi voli aerei con l’Italia, con partenze da Roma Fiumicino e Milano Malpensa. fra le compagnie più attive dello scalo spicca la low cost Easyjet con offerte voli spesso molto interessanti (sito).
Quando esce il sole, la città sembra rinascere. L’isola pedonale dello Strøget si anima e l’ex zona portuale di Nyhavn, con le sue caratteristiche casette colorate, i caffè e i ristoranti diviene teatro di una festa straordinaria che si protrae fino a tarda notte. Nella ristrutturata zona portuale si tengono spettacoli di musicisti ed esibizioni di pattinatori folli. Non c’è niente di più danese e rilassante che stare seduti ad uno dei tanti tavolini bevendosi una fresca Tuborg e godendosi il panorama.
La città è tutta costruita sull’acqua e dunque il miglior modo per farne la conoscenza è a bordo di un battello: con i Canal Tours si possono ammirare le piccole case variopinte e asimmetriche, il palazzo reale di Amalienborg, la Borsa e la Torre Tonda, i castelli di Rosenborg e Christiansborg e chiese come la Marmorkirche o la Vor Frelsers Kirche con la sua ardita scala esterna. Una maniera alternativa e salutare per girare Copenhagen è la bici: il noleggio è gratuito e richiede soltanto una cauzione in denaro che viene resa quando si restituisce la due ruote.
Se avete voglia di shopping, non c’è problema. Nei mille e più negozi dello Strøget, ma anche nelle stradine specializzate in botteghe d’arte e antiquariato si può acquistare veramente di tutto: dalla maglietta biancorossa ad oggetti di design per la casa, dall’ high tech alla regalità delle porcellane e degli argenti della Royal Copenhagen.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress