Cipro:un mare da vivere

Isola di Cipro

Due mondi a sé stanti, divisi da un liquido confine, capaci di dare grandi emozioni. Sopra e sotto la superficie del mare, Cipro riserva ambienti tutti da esplorare fino ad estate inoltrata, grazie anche a un clima temperato, a brezze costanti e condizioni climatiche solitamente stabili.

Il mare con le sue tante ricchezze, a Cipro è tutelato dal Dipartimento della Pesca e della Ricerca Marina istituito a metà degli anni ’60, subito dopo la conquista dell’Indipendenza. Un organismo che, tra l’altro, coordina lo sviluppo delle risorse ittiche secondo criteri e periodi ben precisi (da giugno a inizio novembre), ora sempre più in linea con le normative UE, e tutela la flora e la fauna marina. In primo luogo la difesa delle rare tartarughe verdi (Chelonia Mydas) e delle più comuni Caretta Caretta , protette sin dal 1971, che depositano le uova sulle spiagge di Lara e Toxeftra; nonché della foca monaca e dei delfini che frequentano abitualmente le coste cipriote.

Per chi preferisce stare a pelo d’acqua e farsi tentare dall’ozio, l’isola vanta ben 35 spiagge, distribuite fra 11 località costiere (di cui 11 ad Agia Napa, 7 a Agios Tychon e 6 a Pafos ). Chi si sente un po’ marinaio, può invece fare rotta – con imbarcazioni proprie o a noleggio (sia a vela che a motore) – tra i suoi numerosi porticcioli turistici, dai costi contenuti e ora sempre più numerosi e attrezzati (9 quelle in via di realizzazione e adeguamento delle infrastrutture). Oppure dedicarsi a varie tecniche di pesca e cimentarsi in appassionanti battute di pesca d’altura organizzate da operatori specializzati, provare il brividi della moto d’acqua, o, più semplicemente, dedicarsi al wind surf – molto praticato in tutta l’isola – sci nautico o ancora al paragliding in uno dei tanti centri di sport acquatici sorti un po’ ovunque, Agia Napa , Limassol e Latchi in particolare.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress